Carciofi fritti nella stanza del tè

In questi giorni Milano è illuminata dai raggi del sole, accarezzata dai petali di fiori e in fibrillo per il noto evento fieristico sui complementi d’arredo. Tutti si aggirano indaffarati, a piedi nudi nelle scarpe, osservando le chiome degli alberi, diretti all’imperdibile evento del designer più trendy.

Come al solito Alessandra Costa nelle sue coreografie per Danza in scena ha saputo sintetizzare i brividi sotto pelle della città, attraverso una cerimonia del tè danzata all’Omino danzante.
Confesso che mi addormento sempre alle cerimonie del tè, probabilmente per la forza meditativa del rito, però insomma, io mi appisolo. Ma ieri, per la prima volta, mi son ritrovata e riconosciuta nei gesti, nelle atmosfere che la stanza del tè ha saputo creare. In 8 minuti la delicatezza, la flessibilità, la forza e la trasparenza di un mondo lontano si è materializzato tra il soffitto stuccato e il parquet centenario di un interno vecchia Milano. Ad Alessandra Costa e a Danza in scena come ringraziamento dedico questa ricetta. Ma prima di vedere il procedimento analizziamo gli ingredienti attraverso Dieta e Salute con gli alimenti vegetali, edizioni Tecniche Nuove:

Carciofo: appartiene alla famiglia delle Asteracee. Più che un alimento un farmaco ricco di acido malico e citrico, sali di potassio, magnesio, sodio, povit. A, vit. C. Ha funzione protettrici del fegato, favorisce l’abbassamento della glicemia, del colestero, è diuretico

Arancia: appartiene alla famiglia delle Rutacee è composto per 87% d’acqua ma è una fonte ricchissima di vitami C. Un’arancia fornisce la vitamina necessaria per un giorno!!!

Tempo occorrente 40 minuti
Ingredienti per 4 persone

4 carciofi mammole
2 arance
40 gr di pistacchi
1 limone
Olio extra-vergine d’oliva

Preparare una terrina con abbondante acqua fresca e succo di limone.
Mondare i carciofi, togliere la maggior parte delle foglie esterne, con la punta di un coltello elimanare i filamenti all’interno del cuore del carciofo e tagliare la punta delle foglie rimaste ancora troppo dure. Passare sotto l’acqua corrente e poi mettere in acqua acidulata di limone.

Intanto in una padella far scaldare l’olio, scolare e asciugare le fette di carciofo, metterle nell’olio ben caldo. Il residuo dell’acqua acidulata e la differenza termica tra carciofo e olio renderanno il carciofo immediatamente croccante. Cuocere 2 minuti girando le fette. Far scolare su carta assorbente. Intanto pelare a vivo un’arancia, tagliarla a tocchetti. Servire i carciofi con i dadini di arancia e pistacchi sgusciati.

Se vi venisse in mente di servire una cena a tema arancione, ecco un piatto che si presta.
_________________________________________________________
English Version

Lately Milan is illuminated by the sun, caressed by flower petals and focus on the well-known trade event on home furnishings. Everybody goes around busy, barefoot in their shoes, watching the trees, direct to the glam event of the trendiest designer.

As usual, Alessandra Costa in his choreography for Danza in Scena has been able to synthesize the creeps under the skin of the city, through a tea ceremony danced at Omino danzante.
I confess that I always fall asleep at tea ceremonies, probably due to the strength of the meditative ritual, but in short, I dozed off. But yesterday, for the first time, I found myself and recognized in gestures, in atmospheres that the tea room performance was able to create. In 8 minutes delicacy, flexibility, strength and transparency of a distant world has materialized between the stucco ceiling and one hundred year old parquet of an interior Ancient Milan. I thank Alessandra Costa and Danza in Scena with this recipe. But before we look at the ingredients to see the process through Diet and Health with plant foods, edizioni Tecniche Nuove:

Artichoke: belongs to the Asteraceae family. More than a food a drug rich in malic and citric acid, salts of potassium, magnesium, sodium, povit. A, vit. C. It has protective function of the liver, promotes the blood glucose and cholesterol lowering. Artichoke has also diuretic effect.

Orange: it belongs to the Rutaceae family is made up of 87% water, but it is a rich source of vitamin C. An orange provides the necessary vitamin for a day!

Time needed 40 minutes
Ingredients for 4 people

4 artichokes violets
2 oranges
40 gr of pistachios
1 lemon
Extra-virgin olive oil

Prepare a bowl with fresh water and lemon juice.
Peel the artichokes, remove most of the outer leaves, with the tip of a knife get rid of the filaments within the heart of the artichoke and cut the tip of the leaves remained still too hard. Put them under running water and then in water acidulated water with lemon.

Meanwhile, in a skillet, heat the oil, drain and dry the slices of artichoke, put the oil hot. The residue acidulated water and the temperature difference between artichoke and olive oil make crispy artichoke immediately. Cook 2 minutes, turning the slices. Drain on paper towels. Meanwhile peel an orange, cut into chunks. Serve the artichokes with the diced orange and shelled pistachios.

If you were to serve a themed orange color dinner orange, here’s a the perfect dish!

Un commento alla news “Carciofi fritti nella stanza del tè

  • 17 aprile 2013 at 18:07
    Permalink

    come neofita della danza e soprattutto del rito del the assicuro che sono rimasta affascinata da questa performance, non meno dai carciofi sublimi e da romana lo posso dire ad alta voce

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *