Gallinella di mare su letto di finocchi e aneto

gallinella su finocchi e anetoTempo occorrente: 30 minuti
Ingredienti per 4 persone:

4 gallinelle da 200 gr ciascuna
4 finocchi piccoli
Qualche rametto di aneto
20 pinoli
1 spicchio d’aglio
3 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Il succo di un limone
1 bicchiere di vino bianco secco
Sale fino marino integrale

Sviscerare le gallinelle, togliere testa e pinne, aprirle longitudinalmente.
Mondare e lavare i finocchi. Sbucciare lo spicchio d’aglio. Spremere il succo del limone conservandolo in una piccola ciotola. Passare i pinoli in una padella anti-aderente e lasciarli dorare per 2 minuti. Toglierli dalla pentola e tenerli da parte.

Mettere a scaldare sul fuoco una pentola non troppo larga con acqua. Tagliare i finocchi a fettine sottili. Metterli a cuocerli al vapore per 3 minuti, appoggiando una gratella forata per cuocere al vapore sulla pentola d’acqua calda. Scolarli eraffreddarli sotto l’acqua fredda, asciugarli con carta assorbente e metterli in una ciotola con qualche rametto di aneto.

Strofinare una padella con lo spicchio d’aglio, unire 2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva, unire le gallinelle e dorarle su entrambi i lati. Unire un bicchiere di vino bianco, lasciare evaporare, continuare la cttura per un totale di 10-12 minuti.

Fare una vinaigrette con il sale, il succo di limone e un cucchiaio di olio d’oliva. Condire i finocchi con l’aneto, dividerli nei piatti, disporvi il pesce e decorare con i pinoli.

gatta5Gallinella? Quel buon profumo morbido e ruspante che fa il brodo denso e si mangia con la senape?…N0? Perché No? Come di mare? Ma come si fa ha chiamare un pesce gallinella? Si generano aspettative dolorose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *