Le felicità possibili 25.05.2015

teieraecletticaQualcuno si chiederà com’è andata la prima presentazione de le felicità possibili a La Teiera Eclettica.

Da dentro è sempre un pò difficile descrivere, anche se poi se non sei dentro, tutto diventerebbe inverosimile.

Diciamo che la sensazione è stata buona… son venute delle persone a sorpresa come Patrizia, la sorella di Luisa Rabbia che ci ha seguite con amorevole artistico sguardo, Cristiano Bonolo, lo chef di Vegolosi, Katia amica di Parco, Tai-chi e molto altro, Giuseppe Perteghella, il mio master Reiki, la mia amica Valeria e tutta la sua appena nata famiglia, Lidia che porta un sacco bene alle presentazioni, Eleonora preziosa collega. Si sono palesati anche genitori, zii, e Nethan a cui Anna ha affidato la sua macchina fotografica. E poi gli affezionati de La Teiera Eclettica attenti, curiosi. Sembravano sereni, non troppo annoiati. Anna ed io eravamo emozionatissime, ci tremava la voce nel leggere i racconti e le foto che intrecciamo da 3 anni.

Barbara e Steeve de la Teiera Eclettica si sono rivelati meravigliosi.
Steeve ha trovato delle scatole di legno di tè perfette per sostenere le foto di Anna. Barbara ha offerto due tè a tutti noi. Ecco come li descrive lei:

Chung Hao Bio
Tè verde da una piantagione con certificazione Bio nella provincia cinese di Fujian impreziosito con fiori di gelsomino, il profumo floreale si armonizza con l’aroma del tè che conquista il palato con la sua morbidezza. Il mio preferito.

India Sikkim – Temi TGFOP
Il Sikkim è un piccolo stato indiano tra Nepal e Bhutan che si incunea tra le montagne dell’Himalaya ove vi è un solo giardino in cui si produce tè di ottima qualità e dal sapore inconfondibile. Le foglie dalle punte dorate raccolte in
estate danno un infuso dall’aroma floreale con un retrogusto di frutta matura. Si differenzia dai Darjeeling perché se lasciato raffreddare non diventa astringente. Perchè Anna ama il tè nero.


Poi Barbara ci ha letto una frase di Angela Maria Marchetti di I am bambù per sintetizzare i legami sottili che hanno congiunto i racconti, le immagini, Transeuropa Edizioni, con la flessibilità del bambù di I am bambù che ha reso reali le felicità possibili.

Diciamo che abbiamo iniziato il giro di presentazioni con affetto … Grazie a tutti quelli che sono intervenuti, e anche agli assenti che hanno saputo far sentire la loro presenza.

La prossima è già qui il 25.06.15 alle 18.30 alla Libreria Malafarina. Vi aspettiamo!

2 commenti alla news “Le felicità possibili 25.05.2015

  • 23 giugno 2015 at 12:23
    Permalink

    Ciao Irene,

    come già ti avevo detto di persona il libro mi è piaciuto moltissimo. Ho dovuto centellinarlo per poterlo gustare al meglio e mi ha fatto soffermare su tante piccole cose che solitamente diamo per scontate ma che invece sono quelle che a volte danno un sapore alla vita.

    Grazie e a presto
    Laura

    Reply
  • 24 giugno 2015 at 12:36
    Permalink

    @Laura: Grazie! La tua vicinanza è preziosa. A presto.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *