Ravioli di castagne per Marco

Lo ricordo agli eventi di noi foodblogger: si presentava come marito di Paola, alias Ci_polla: “Ciao sono Ci_pollo”.
Lo ricordo mentre raccontava lo stupore di quando ha capito che sua moglie apprezzava di più la cucina nuova dei gioielli.
Lo ricordo mentre camminava, al telefono, gesticolando con lo sguardo intenso come se la persona con cui parlava stesse lì.

Lui la sua ricetta della felicità l’ha lasciata in un tempo troppo breve. Noi possiamo solo continuare a cucinare.
Questi ravioli d’autunno sono per te Marco, ovunque tu sia.
Di certo troverai il modo per mostrare il bello e il buono di questa rete chiamata vita, nell’esistente come nell’invisibile.

Ecco gli ingredienti secondo quanto ci raccontano le pagine di Dieta e salute con gli alimenti vegetali, Tecniche Nuove 2012.
Castagne: frutto che ha valori nutrizionali che lo rendono simile ai cereali con il suo 20% di zuccheri semplici facilmente assorbibili contiene proteine, lipidi e potassio.

Cipollotto: appartiene alla famiglia delle lialacee ricchissimo di acqua, potassio, zolfo, vitamina A, E, C e acido malico ha un potere antimicrobico, antisettico e cardiotonico e diuretico.

Farro: antenato del grano, di origine mediterranea, va consumato preferibilmente integrale per mantenere il più possibile il contenuto di vitamine e minerali.


Tempo occorrente: 6 ore di riposo, 40 minuti di preparazione

270 gr di castagne lessate (circa 400 gr a crudo)
300 gr di farina di farro bianca
20 gr di farina di ceci
2 spicchi d’aglio
rosmarino
maggiorana
timo
pepe di cayenna
curcuma
chicchi di melograno
cipollotto
olio extra-vergine d’oliva
sale fino marino integrale

Lessare le castagne mescolarle con la farina di ceci diluita nel doppio del suo volume d’acqua e aromatizzata di pepe di caienna e sale. Lasciar riposare 6 ore con 2 spicchi d’aglio sbucciati e 2 rametti di rosmarino.
Impastare la farina di farro, acqua, una punta di curcuma e un cucchiaio d’olio extra-vergine d’oliva. Lasciar riposare 30 minuti.
Stendere la pasta farne riempirla con i ripieno di castagna e farne delle mezze lune.
Preparare un soffritto con noci, verde del cipollotto timo fresco, la maggiorana e l’olio.
Lessare i ravioli e condirli con il soffritto. Decorare con chicchi di melograno.

Ciao FunkyProfessor di tutti noi. La tua foto è stata tratta da un articolo apparso di recente su Wired.
________________________________________________________________________________
English Version
I remember him at the food bloggers’ events: He introduced himself as the husband of Paola, alias Ci_polla: ” Hii, I am Ci_pollo.”
I remember him as he told his suprise realizing that his wife would rathar appreciate a renew kitchen than jewelry.
I remember him as he walked answering on the phone, gesturing with an intense look as if the person he was talking to was in front of him.

He left us, in a very short time, his recipe for happiness. We can only keep going on cooking.
These chestnut ravioli for you Marco, wherever you are.
Certainly you will find a way to show the good of this network called life, in the existing as well as in the invisible side.

Here are the ingredients according to what we tell the pages of Dieta e Salute con gli alimenti vegetali, Tecniche Nuove 2012.

Chestnuts : fruit that has nutritional values that make it similar to cereal with its 20% simple sugars readily absorbable contains proteins, lipids and potassium.

Onion : it belongs to the family of lialacee full of water, potassium, sulfur, vitamins A, E, C and malic acid has a power antimicrobial, antiseptic and diuretic and cardiotonic.

Spelt : ancestor of wheat, of Mediterranean origin, should be consumed preferably integral to keep as much as possible the content of vitamins and minerals.

Time required : 6 hours of rest, a 40-minute preparation

270 gr of boiled chestnuts (about 400 g raw )
300 gr of white spelt flour
20 g chickpea flour
2 cloves of garlic
rosemary
marjoram
thyme
cayenne pepper
turmeric
pomegranate seeds
onion
extra- virgin olive oil
Unrefined sea salt

Boil the chestnuts mix them with the chickpea flour diluted in twice its volume of water and flavored with cayenne pepper and salt. Let stand 6 hours with 2 peeled garlic cloves and 2 sprigs of rosemary.
Mix the spelt flour , water, a pinch of turmeric and a tablespoon of extra- virgin olive oil. Let stand 30 minutes.
Roll out the dough make it fill with chestnut stuffing and make half- moons.
Sauté walnuts, green onion fresh thyme , marjoram and olive oil.
Boil the ravioli and toss with the sauce . Garnish with pomegranate seeds .

Bye FunkyProfessor of us all. Your photo has been taken from an article recently appeared into Wired magazine.

7 commenti alla news “Ravioli di castagne per Marco

  • 21 ottobre 2013 at 1:45
    Permalink

    It is really a great and useful piece of information.
    I am glad that you just shared this helpful info with us.
    Please keep us informed like this. Thanks for sharing.

    Reply
  • 21 ottobre 2013 at 9:49
    Permalink

    Grazie per il bel ricordo di Marco che ci ha lasciato troppo presto.

    Riguardo alla ricetta vorrei dirti però che in inglese farro si dice “spelt” non “spelled” “spelled” vuol dire scritto nel senso ortografico (sillabato).

    Ciao
    Niki

    Reply
  • 21 ottobre 2013 at 10:43
    Permalink

    @Nicoletta, Grazie per il commento e per il consiglio: corretto l’errore sul farro in inglese. A presto, un saluto, ib

    Reply
  • 21 ottobre 2013 at 21:47
    Permalink

    che buona ricetta, Irene. sono sicura che Marco apprezzerebbe! <3

    Reply
  • Pingback: #3cosebelle dei foodblogger |

  • 23 ottobre 2013 at 8:36
    Permalink

    @Artemisia
    @MariaChiara
    GRAZIE!!!!!!

    Reply
  • 12 novembre 2013 at 23:00
    Permalink

    DICE CHE:

    il virus del tortello ha colpito ancora! 🙂

    Ormai Irene è lanciatissima nella pasta ripiena, e ci stupisce con ricette sempre più originali. Ma cosa non si puà mettere nei tortelli, qui si fa meglio del raviolo aperto di gualtiero-marchesiana memoria! 🙂

    PS: per un momento ho creduto di trovarmi di fronte ad un piatto di casoncelli bergamaschi con tanto di pancetta fritta, ma l’inganno è stato presto svelato! Brava!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *