polpettine di ceci al coriandolo con vista di limone

Durante Identità Golose, la sala Blu 2 sì è riempieta a festa la scorsa domenica mattina: onnivori, vegetariani e vegani sono stati rapiti dalle spiegazioni semplici e profonde di Pietro Leemann, Simone Salvini, sul legame tra cibo e armonia,  sulle semplici e golose preparazioni nel pieno rispetto della natura. Anche dal punto di vista pratico sono state date delle indicazioni interessanti: ad esempio ho scoperto che la pasta di farina di riso viene molto meglio se si utilizza l’acqua bollente, che il tofu e il seitan, possono essere confezionati in casa senza impazzire. Vedremo… magari prima o poi mi cimento. Ha presentato la giornata Lisa Casali, con discrezione, disinvolutura e malcelato entusiasmo. Davvero Brava!

Invece a Firenze dal 10 al 19 febbraio si svolge la Fiera del Cioccolato Artigianale, in cui è stato coinvolto Simone De Castro, il sarto del cioccolato che ha realizzato il sogno di una pralina senza-senza. Durante questi 10 giorni fiorentini al cioccolato, brilleranno la qualità degli espositori, i maestri cioccolatieri, guideranno degustazioni, mostreranno la loro arte, sveleranno conoscenze e piccoli segreti, nei locali storici adiacenti alla mostra mercato.

Ci ostiniamo a menzionare gli eventi che mettono il risalto l’autenticità dei prodotti e la serietà della ricerca di chi li prepara perchè viviamo in tempi in cui si vendono le frittate spray.

Identità Golose, Fiera del Cioccolato Artigianale, Per Tutti i Gusti, Mercati della Terra, promuovono un cultura locale, capillare e itinerante del cibo. Testardamente li sosteniamo.

Ma ora torniamo a noi e alla ricetta di oggi. Un secondo piatto, le polpette.

Tempo occorrente: 45 minuti

Ingredienti per 4 persone:

230 gr  di ceci lessati e scolati

30 gr di  farina di riso

1 mazzetto di coriandolo

1 testa d’aglio

sale fino marino integrale

semi di sesamo

2 limoni

olio extra-vergine d’oliva

Lavare, mondare il prezzemolo, sbucciare l’aglio. Tritare insieme al coltello.

Frullare i ceci, la farina il sale con 3 cucchiai d’acqua. Unire il trito di coriandolo aggiustare di sale e mescolare bene. Lasciar riposare per 30 minuti.

Far scaldare una padella con abbondante olio,  intanto formare delle polpettine di ceci passarle su un’assina con dei semi di sesamo e friggere 2 minuti per parte. Servire su fette di limone, decorare con foglie di coriandolo.

La frittata spray non si può assaggiare. Evitiamo di fornire link ma provate a metterla in un motore di ricerca e osservate un attimo. Noi tremiamo, e non è per il freddo.

3 commenti alla news “polpettine di ceci al coriandolo con vista di limone

  • 13 febbraio 2012 at 7:38
    Permalink

    buongiorno,
    provo sempre a fare le polpettine con i ceci ma tutte le volte mi si rompono o addirittura si sciolgono nella padella, come mai? Questa ricetta mi interessa molto, anche x via del coriandolo che adoro, ma vorrei evitare di ripetere il disastro. grazie e complimenti per il sito

    laura fezzi

    Reply
  • 14 febbraio 2012 at 18:37
    Permalink

    molto interessante il legame tra cibo e armonia, in particolare andrebbe approfondito il rapporto del cibo in armonia col proprio corpo, inteso in senso stretto, come organi vitali intendo, non so se mi sono spiegato bene…:)
    le polpette assolutamente invitanti!

    Reply
  • 16 febbraio 2012 at 14:23
    Permalink

    @laura i ceci son buoni ma difficili da addensare, anch’io ho trovato diverse difficoltà prima di arrivare ad una polpetta che si potesse definire tale. Confida nella farina di riso e nel tempo di posa dell’impasto. Usa acqua molto calda per impastare, stimola l’azione addensante più rapidamente, come diceva appunto Pietro Leemann.
    @giò ti sei spiegato benissimo ma forse ci vorrebbe più un medico che possa dare indicazioni di questo tipo.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *