Integrale di riserva alla moda del Kent

Questa ricette deriva da due paradisi in terra, uno di qua e uno di là dalla manica.

Il riso, è della Riserva San Massimo, dove uomini, campi e animali, danno buoni frutti in totale armonia e nel rispetto dell’ambiente.

La ricetta è della mia amica Paola, che vive nel Kent con suo marito Ian e la loro gatta Ruby.

 Hanno un giardino dove coltivano ortaggi.

 Vicino alla loro casa vittoriana, senza cancello né mura di cinta, resta sempre aperto un negozio etnico, dove si trovano, 7 giorni su 7, salsa di soya, zenzero, cipolla, lime e prezzemolo, base di molte asiatiche pietanze. Ecco un piatto che sintetizza questi due luoghi e le persone che li vivono. Almeno ci proviamo. Il mio frigo era sprovvisto di  lime, per cui l’ho sostituito con limone.

Tempo occorrente: 60 minuti

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di riso integrale riserva San Massimo

150 gr di carote

150 gr di cipolle

150 gr di verze

50 gr di zenzero

1 spicchio d’aglio

4 cucchiai di salsa di soya

1 limone

1 mazzetto di prezzemolo

sale grosso marino integrale

sale fino marino integrale

2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva

1 foglia d’alloro

Lavare il riso integrale, mettere a bollire un’abbondante pentola d’acqua, salare e lasciar cuocere per 40 minuti.

Intanto mondare, lavare e sbucciare le verdure, lo zenzero e il prezzemolo. Impastare l’aglio con un pizzico di sale fine fino ad ottenere una purea, autarsi con la punta e la lama di un coltello. Affettare sottilmente le verdure,e lo zenzero in una padella a bordi bassi mettere l’olio, l’aglio e l’alloro a fuoco dolce, poi aggiungere le cipolle, le carote, lo zenzero la verza, far soffriggere per 10 minuti, unire la salsa di soya, spadellare unire il limone tagliato a piccoli tocchetti e il prezzemolo.

Una volta cotto il riso scolarlo, passarlo sotto l’acqua fredda corrente e spadellarlo un attimo con il condimento.

Rassicura sapere che il paradiso ha un inidirizzo e che possono esserci molti paradisi.

7 commenti alla news “Integrale di riserva alla moda del Kent

  • 13 novembre 2011 at 9:48
    Permalink

    Grazie Irene, ottimo piatto per le prime brine: fumante, scalda il corpo e il cuore.

    Paola Ian & Ruby

    Reply
  • 13 novembre 2011 at 10:10
    Permalink

    @Paola, Ian & Ruby: anche voi scaldate il cuore!!! Buona domenica, ib

    Reply
  • 14 novembre 2011 at 23:23
    Permalink

    il kent è fantastico!
    la tua insalata altrettanto! 😀
    un abbraccio e buona settimana

    Reply
  • 20 novembre 2011 at 9:56
    Permalink

    mi sembra di esserci ….. che gusto andarsi a prendere tutta la verdura in giardino soprattutto quando devi scavarla nella neve!

    proverò a fare il riso con la temperatura assai meno fredda di roma….
    grazie irene … dopo il kent però voglio il servizio su roma, che ne dici di una bella gita al mercato rionale?????

    Reply
  • 11 febbraio 2012 at 12:44
    Permalink

    Mi piace! Profumato e colorato … mi ricorda un riso orientale … :))

    Reply
  • Pingback: Tempura di fiori di zucca ispirata a Sandro Mesiti : Cucina Senza Senza ®

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *