La Clessidra e gli appuntamenti di luglio 2020

“Vedere un mondo in un granello di sabbia,
e un cielo in un fiore selvatico,
tenere l’infinito nel palmo della tua mano,
e l’eternità in un’ora“
  — — —
«To see a world in a grain of sand
And a heaven in a wild flower,
Hold infinity in the palm of your hand,
And eternity in an hour.»
Auguries of Innocence di William Blake 1863
La clessidra è uno strumento antico che segna lo scorrere del tempo attraverso il flusso costante, sottile della sabbia che scorre. Non importa quanto sia ristretto lo spazio attraverso cui scorrere: la sabbia continua a fluire seguendo il proprio ritmo, sempre uguale a se stessa, qualunque cosa accada.
Interessante notare che il vetro che compone la clessidra e il flusso che vi scorre all’interno sono costituiti dalla stessa materia di base: la sabbia.  Forma e contenuto sono fatti della stessa sostanza.
All’inizio si percepisce a stento la sabbia che si accumula dall’altra parte, quasi ci si dimentica di guardare, eppure, ad un secondo sguardo, la situazione è già cambiata: una montagna di sabbia è passata.
Al terzo sguardo, tutta la sabbia si è accumulata dall’altra parte: delicata, silenziosa, inevitabile.
Dura un’ora esatta.
Sta a noi scegliere come riempire il flusso dei granelli: la cottura di un dolce, macerarsi nella frustrazione per tutto ciò che è accaduto in modi e in tempi diversi dal previsto.
A Gaëlle-Lab,  durante il flusso della clessidra, abbiamo scelto di occuparci di ciò che fa stare bene noi e chi pratica con noi:
– Anche a luglio continuano gli incontri individuali, o al massimo 2 persone, di Qi Gong e Tai Chi della scuola Itcca Italia, Risveglio Energetico e trattamenti Reiki a distanza ravvicinata (rispettando almeno 2 mt di distanziamento) della scuola Gaëlle-Lab. Con una serie di cautele, gli spazi sono santificati e arieggiati prima e dopo ogni incontro.
E’ necessaria la prenotazione.
– Ogni sabato mattina di Luglio (4; 11; 18; 25) dalle 10.00 alle 11.30,  corso di Qi Gong e Tai Chi al Parco
Per informazioni e prenotazioni: 366 410 48 68 – anche whatsapp.
La clessidra ancora oggi ci invita a diventare consapevoli del vivere appieno ogni attimo ed apprezzarne il flusso dell’insieme. Forse per questo Ennio, 27 anni, si è fatto tatuare recentemente una clessidra sul braccio. Ennio è  comparso ad un incrocio, appena terminate queste righe sulla clessidra: un segno sincronico sull’attualità di un antico strumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.