L’Acqua, meditazione

Oggi, dalle 11.00 alle 11.30, facciamoci ispirare dall’acqua, l’elemento che più si sa adattare in natura.
L’acqua cambia forma e stato a seconda della temperatura, delle condizioni esterne, eppure resta sempre se stessa.
Può manifestarsi come vapore in una pozza termale, ghiacciaio, goccia di rugiada, onda dell’Oceano; può essere versata in una borraccia o in un bicchiere di cristallo.
Sempre acqua è.
Tanta acqua scorre in noi: ci costituisce, ci nutre, ci purifica.

Ascoltiamo e impariamo da lei.
L’acqua si adatta senza soffrire.
Lo fa e basta, perché è la sua natura.

Mettiamoci nella posizione per noi più comoda, allineamo pancia, cuore, testa, chiudiamo gli occhi, sintonizziamoci con il nostro respiro, mettiamoci in ascolto dell’acqua. Lasciamola arrivare nella forma che ci è più d’aiuto per noi.
Stiamo con l’acqua.

Quando ci sentiremo sufficientemente fluidi, per oggi, con i nostri tempi, apriamo gli occhi e sciogliamo la posizione.

Buona meditazione. Fiducia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.