Riso e fichi noci per le felicità possibili a Pavia


Le felicità possibili si sono spostate nella Civica Biblioteca Bonetta di Pavia. Abbiamo letto il dittico di racconti Biblioteca e Nuvole. E poi s si è messa in movimentonettao una delle felicità possibili: il Tai chi

Un Grazie speciale a Rosanna Gaudio, insegnante della International Tai Chi Chuan Association Italia responsabile sul territorio di Pavia e dell’Emilia, che con i suoi allievi ha fatto una dimostrazione di Tai chi, grazie anche a Chiara Lavezzari e a tutti quelli che si sono uniti.

Perché l’esperienza è condivisibile più che comunicabile a parole, scritte o orali che siano.
I movimenti lenti, il respiro profondo, dà il senso di felicità meglio di qualunque lettura. Anche se con Anna sulla lettura ci siamo impegnate parecchio, abbiamo chiesto aiuto.

Chi scrive e chi fotografa ha poca dimestichezza con la lettura pubblica sennò faceva altro, evitava di trincerarsi dietro un obiettivo o carta e penna, no? Grazie a Laura Banchi del Teatro Nodo per l’ascoltato e le indicazioni nella lettura.
Grazie anche anche a Massimo Trombetta per i consigli, la pazienza nell’insegnare a restare sull’emozione da comunicare, senza paura, anche se si tratta della propria.


Grazie a Transeuropa Edizioni la nostra Casa Editrice che ci veglia, e a I am bambù che ha reso reali le felicità possibili.
Grazie ad Antonella Calvi responsabile della Civica Biblioteca Bonetta per aver accolto creativamente foto giganti, chi pratica Tai chi e tutti noi in carne, ossa, carta, inchiostro, battiti del cuore.

Ai vicini, ai lontani, a chi c’era, a chi non c’era, a chi se n’è andato, dedichiamo questo piatto:
Un riso, alimento che si coltiva nelle campagne pavesi, e fichi, frutto di stagione, una ricetta croccante, morbida, dolce, piccante, aromatica.

Prima di entrare in cucina diamo un’occhiata agli ingredienti attraverso le pagine di Dieta e Salute con gli alimenti vegetali:

Riso: appartiene alla famiglia delle graminacee, non contiene glutine e nella sua forma integrale contiene fosforo, magnesio e potassio.

Aglio: appartiene alla famiglia delle Liliacee ha proprietà antimicrobiche, antiaterosclerotiche, antiipertensiva.

Carota: appartiene alla famiglia delle ombrellifere ha un elevatissimo contenuto di vitamina A, contiene inoltre sodio, potassio, ferro, calcio, e fosforo. Grazie a questa composizione funziona per mineralizzare sia nella formazione del sangue che nella fluidificazione biliare

Scalogno: appartiene alla famiglia delle lialacee ricchissimo di acqua, potassio, zolfo, vitamina A, E, C e acido malico ha un potere antimicrobico, antisettico e cardiotonico e diuretico.

Zucchina: appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, sono ricche di fibre e di potassio, fosforo, calcio, e acqua. A causa dell’alto contenuto d’acqua e del loro scarso apporto energetico, le zucchine possono considerarsi un ortaggio reidratante, rinfrescante e diuretico.

Fichi: appartengono alla famiglia delle Moracee. Oltre che di potassio, ferro e calcio, i fichi sono anche ricchi di vitamina B6. Aiutano a proteggere pelle, occhi, apparato digerente, apparato cardiaco.

Noci: appartiene alla famiglia delle Juglandacee, contiene il 60% di lipidi, il che la rende molto energetica. La noce è ugualmente ricca di provit. A e sali minerali tra cui rame e zinco. Ha proprietà protettive, antiossidanti.

Tempo di preparazione 20 minuti, Tempo di cottura 40 minuti
100 gr di carote
100 gr di zucchine
100 gr di porro
1 spicchio d’aglio
2 chiodi di garofano
400 gr di riso integrale balilla
1 peperoncino fresco
6 noci
6 fichi
pepe
rosmarino
prezzemolo
3 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
sale fino marino integrale

Far cuocere per 20 minuti abbondante acqua con la carota, la zucchina, il bianco del porro mondati e lavati, lo spicchio d’aglio sbucciato e aromatizzato con i chiodi di garofano, aggiungere il sale poco prima di completare la cottura e filtrare. Tenere da parte le verdure lessate.

In una pentola far cuocere per 35 minuti il riso integrale balilla con 3 volte il volume di brodo di verdure. Intanto fare un soffritto con 1 cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva, il peperoncino tagliato a rondelle, il verde del porro tritato e i gherigli di noce sminuzzati, far soffriggere 4 fichi tagliati a rondelle con la buccia.
Preparare una salsa con la carota, la zucchina lessata, due fichi freschi sbucciati, sale, pepe, 2 cucchiai d’olio extra-vergine, il prezzemolo. Frullare tutto.

Una volta ultimata la cottura del riso mantecare con la salsa e decorare con il soffritto e le fette di fichi a rondelle.

Buon appetito! Ci piacciono i frutti di stagione.

3 commenti alla news “Riso e fichi noci per le felicità possibili a Pavia

  • 14 settembre 2015 at 13:04
    Permalink

    Ciao Irene,

    ho letto l’articolo e ti ringrazio per avermi citato anche se ho veramente fatto pochissimo.
    Il nome della compagnia è Teatro Nodo ed il sito è http://www.teatronodo.it

    Un abbraccio
    Laura

    Reply
  • 19 settembre 2015 at 12:54
    Permalink

    @Laura: quello che a te sembra pochissimo per me è stato molto. Corretto. Un abbraccio. Irene

    Reply
  • 30 settembre 2015 at 8:19
    Permalink

    Buon lavoro a voi. Deve essere buona questa ricetta. E pubblico su WordPress e su Blogspot le mie videoricette con foto con riso integrale, carote, zucchine, rosmarino e noci?

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *