Polpette di miglio e catalogna in salsa piccante


Mi è capitato di seguire, alla cucinoteca, il corso sulle polpette di Cristiano Bonolo, il veg blogger di il cucinotto.
Le polpette, a pensarci bene, sono un piatto comunitario: quando si modella il ripieno tutti insieme, si fa prima. E poi una tira, l’altra, in compagnia.

Le polpette che propone il cucinotto si distinguono: stanno insieme con gusto senza latte e senza uova. Qui trovate un accordo rubato a questo corso, miglio e catalogna:
dolce e avvolgente il primo, spigolosa e amarognola la seconda. Li accompagna una salsa piccante che trasforma il contrasto in reciprocità.

Come giustamente, faceva notare Cristiano, il miglio è molto digeribile, ricco di sali minerali, ha proprietà energizzanti, inoltre è privo di glutine. La catalogna contiene in abbondanza fosforo, calcio e vitamina A.
Neanche a farlo apposta questo piatto è perfettamente in tema con Gluten Free Fest dove tra poche sarà presentato Verso la Tolleranza edito da Malvarosa edizioni.


Tempo occorrente 50 minuti
Ingredienti per 4 persone
800 gr di catalogna
300 gr di miglio
2 confezione sotto vetro di ceci lessi (400 gr scolati)
un pezzetto di zenzero 2cm x 2cm
curcuma
3 cipollotti
1 spicchio d’aglio
2 cucchiaini di semi di senape
4 cucchiai di panura di mais
6 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
1 carota
1 gambo di sedano
1 zucchina
1 finocchio piccolo
2 chiodi di garofano
2 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
2 foglie di salvia
2 bacche di ginepro
sale fino marino integrale

Lasciare in infusione con una presa di curcuma e una fettina di zenzero 2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva. Mondare e lavare tutte le verdure.
Per 15 minuti lessare in acqua bollente la catalogna, una volta tolte le parti più dure dei gambi. Scolare la catalogna, passarla sotto l’acqua corrente fredda, tagliarla al coltello grossolanamente, soffriggerlala in un cucchiaio di olio caldo aglio, e una fettina di zenzero sbucciato per 3 minuti. Aggiustare di sale.
Intanto preparare un brodo di verdura con la carota, la zucchina e il gambo di sedano mondati e lavati, aggiungere anche il verde del cipollotto, il finocchio steccato con i chiodi di garofano, aggiungere le bacche di ginepro e una foglia d’alloro. Cuocere 20 minuti poi togliere le verdure e filtrare. Aggiustare di sale.
Bollire il miglio in 3 volte il suo volume di brodo di verdura fino ad assorbimento totale del liquido, circa per 15 minuti
Far raffreddare leggermente il miglio, unire la catalogna, aggiungere la panura di mais, aggiustare di sale e fare delle palline, infarinandole con la panura di mais
Cuocere in forno a 200° per 10-15 minuti su una teglia foderata di carta forno.
Sbucciare e tagliare a pezzetti molto piccoli lo zenzero rimanente, affettare finemente il bianco cipollotto. Far cuocere con un cucchiaio d’olio il bianco del cipollotto, lo zenzero, il rosmarino e la salvia, aggiungere un bicchiere piccolo di brodo di verdura. Far ammorbidire. A fine cottura togliere l’alloro il rosmarino e la salvia, spolverizzare generosamente di curcuma.
Frullare i ceci con il soffritto e un cucchiaio d’olio. Aggiustare di sale. Alla crema unire un cucchiaino di semi di senape, rimescolare bene e servire in accompagnamento alle polpette. Decorare con l’olio aromatizzato alla curcuma e qualche semino di senape. Proporre le polpette calde, tiepide o fredde. Subito o il giorno dopo: Insomma in ogni momento, in ogni modo.

Per le foto, un Grazie speciale va a Simone Paloni di FreeMedia. Per le fantasiose proposte di corsi il merito è della cucinoteca. Per tutto il resto seguite il cucinotto. Domani, Sabato 09.06 lo trovate a Taste & Match. Se volete prenotare contattare Winexplorer.

7 commenti alla news “Polpette di miglio e catalogna in salsa piccante

  • 8 giugno 2012 at 9:08
    Permalink

    Proprio ieri ho fatte delle polpette, ma col granulare di soia, in tutti i casi queste sono da provare 🙂

    Reply
  • 8 giugno 2012 at 9:22
    Permalink

    a volte quando realizzi un progetto le soddisfazioni arrivano non arrivanto solo dal progetto stesso ma delle persone che incontri lungo la strada e iosono stata davvero fortunata!
    Garzie a Irene e a Crsitiano che mi supportano e sopportano!

    Reply
  • 9 giugno 2012 at 7:34
    Permalink

    ho letto nel Cucinotto e sono passata anche da te. Sì, sono proprio da copiare queste polpettine, veramente di gusto.
    Complimenti ad entrambi 🙂

    Reply
  • 10 giugno 2012 at 16:36
    Permalink

    che bontà…non mi sono mai cimentata nelle polpette senza uovo perchè temevo un distastro, ma mi fai venure voglia di provare.
    un bacione

    Reply
  • 10 giugno 2012 at 16:38
    Permalink

    Mamma come mi intrigano… Ricche di aromi… Le voglio provare 😉

    Reply
  • Pingback: Il Cucinotto: Irene Binaghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *