pasta di mais in crema di cavolfiore

Durante il mese di gennaio di Per Tutti i Gusti dedicato alla Toscana ho incontrato le molle di questo piatto: la pasta di mais del Pastificio Morelli, biologica di mais, curata artigianalmente in ogni dettaglio la ricetta dello chef
Giuseppe Mancino che sfrutta la naturale cremosita’ del cavolfiore, trasformandola in una salsa di condimento.

Tempo occorrente: 30 minuti
Ingredienti per 4 persone:

500 gr di cavolfiore
400 gr di pasta di mais del Pastificio Morelli
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
La buccia di un limone
30 gr di capperi
pepe bianco
sale fino marino integrale
sale grosso marino integrale

Lavare i capperi sotto l’acqua corrente e poi lasciarli a mollo in acqua fresca.
Far bollire una pentola d’acqua, intanto mondare, lavare e dividere a ciuffetti il cavolfiore. Una volta raggiunto il bollore salare e unire il cavolfiore. Lasciar cuocere 3 minuti poi prelevare 5 mestoli d’acqua di cottura e 5 ciuffetti di cavolfiore, passare con il frullatore a immersione. Mettere la salsa liquida al cavolfiore in una padella capace far sobbollire la salsa con un cucchiaio d’olio. Gettare la pasta nell’acqua con i ciuffetti di broccoli interi. Far cuocere 3 minuti poi scolare la pasta, togliendo i ciuffetti di broccoli. Finire la cottura per sei minuti nella salsa in padella, rimescolando bene. Intanto Lavare il limone togliere e tagliare finemente la buccia, scolare i capperi e tritarli, unendoli al limone. Macinare il pepe bianco al momento, unire alla pasta in fine cottura e servire subito.

Ingegnoso questo cavolo panna.

3 commenti alla news “pasta di mais in crema di cavolfiore

  • 26 febbraio 2012 at 12:47
    Permalink

    che buona idea… ho proprio un cavolfiore bio fra le mani… domani so cosa fare 🙂

    Reply
  • 29 febbraio 2012 at 23:00
    Permalink

    DICE CHE:

    i capperi sono un ottimo sostituto del sale aromatizzato; ma perchè non prepararli prima per averli già pronti sottomano? Basta dissalarli + volte a bagno in acqua fino al livello di forza voluto, e poi conservarli sott’olio (evo) in un bel barattolo in frigorifero. Sono pronti dieci giorni dopo la preparazione, durano a lungo, e l’olio si recupera per condire piatti saporiti. 😉

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *