Tonno profumato con puré di sedano rapa e carote all’origano

tonno-profumato3Tempo occorrente 30 minuti di preparazione, 20 minuti di cottura
Ingredienti per 4 persone

8 fette spesse di tonno rosso
1 cucchiaio di semi di sesamo
sale alle erbe
6 carote
1 grosso sedano rapa
1 limone
2 cucchiai d’olio d’oliva extra-vergine
1 pizzico di origano

Spellare e tagliare a grossi tocchi il sedano rapa. Cuocere in abbondante acqua salata e bollente finchè la forchetta attraversa facilmente la polpa.
Scolare e frullare con il succo di un limone ed un cucchiaino di olio extra-vergine d’oliva.
Tagliare le carote a piccoli tocchetti, cuocere per pochi minuti in poca acqua salata e bollente. Scolare e condire con un cucchiaino d’olio extra-vergine d’oliva e origano.

Coprire i due lati di ogni fetta di tonno con un pezzetto di carta forno in modo che restino liberi solo i bordi della fetta. Passare i bordi di ogni fetta di tonno nel sesamo.
Far scaldare poco olio in una padella, disporre abbondante sale alle erbe, togliere la carta forno e cuocere due minuti per ogni lato.
Su ogni piatto disporre, aiutandosi con 2 cucchiai, il puré di sedano rapa e le carote all’origano.

gatta4Ohhh finalmente ha utilizzato il tonno rosso: così il Farmacista Goloso sta tranquillo anche lui!!!
Avete visto che c’é la pagina dei contatti? Mandate tutti le vostre ricette e le vostre foto, che mi ingolosisco…

3 commenti alla news “Tonno profumato con puré di sedano rapa e carote all’origano

  • 28 gennaio 2009 at 16:24
    Permalink

    ma è bellissima e sembra buonissima

    Reply
  • 28 gennaio 2009 at 18:19
    Permalink

    Il parere del farmacista goloso:

    ottimo il tonno rosso del Mediterraneo, ma ricordate che è una specie in via di estinzione a causa dell’ingordigia dei sushi-makers & sushi-eaters jap, che lo considerano il sushi più pregiato in assoluto; a forza di rubarcelo dal nostro mare e venderlo alle aste dei mercati del pesce all’ingrosso a casa loro, (dove spunta prezzi da 50.000 a oltre 150.000 € a tonno, secondo la consistenza delle carni), non ce n’è quasi più per noi!

    Quindi sarebbe bene astenersi dal comprarlo, o se la gola non resiste proprio, consumarlo una volta sola all’anno. Esistono numerose specie di tonno (mooooolto meno pregiate) che costituiscono un valido ed appetitoso surrogato per questa ricetta.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *