Gnocchi di zucca ai carciofi

pumpkingnocchi-with-artichokesTempo occorrente: 4 ore di preparazione 15 minuti di cottura

Ingredienti per 4 persone.

 

500 gr di polpa di zucca cotta al forno

Farina di riso quanto basta

½ cucchiaino di curry

Sale alle erbe

4 grani di pepe

2 chiodi di garofano

1 grattata di noce moscata

8 carciofi

1 spicchio d’aglio

4 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva

2 cucchiai di panna di soja

Sale grosso

 

 

Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° mezza zucca per 40 minuti. Pesare 500 gr di polpa di zucca cotta. In un mortaio pestare insieme le spezie ed il sale alle erbe. Mettere la polpa di zucca in una terrina, unire il trito di spezie e tanta farina di riso da ottenere un impasto che si stacchi dalle pareti della terrina e formi una palla. Lasciare riposare 4 ore in frigo.

 

Mondare e lavare i carciofi, utilizzandone solo i cuori ed il bianco dei gambi. Lavare tutto sotto l’acqua corrente. Prendere una padella e strofinarne il fondo con uno spicchio d’aglio sbucciato.

Unire l’olio d’oliva e far scaldare aggiungere un pizzico di sale alle erbe, aggiungere i carciofi e lasciare rosolare per 10 minuti. Prendere 3 cucchiaiate di carciofi e metterli in un mixer con la panna di soja, frullare fino ad ottenere una crema e riunirla al resto dei carciofi.

Su un’assina infarinata ricavare dei cilindri di impasto di zucca e tagliali con un coltello ricavandone dei gnocchi.

Portare ad ebollizione in una pentola a bordi alti, abbondante acqua calda, aggiungere 2 cucchiai d’olio d’oliva e sale grosso.

Immergere delicatamente gli gnocchi nell’acqua bollente. Quando vengono a galla scolarli con una schiumarola, dividerli in piatti e decorarli con la salsa ai carciofi. Servire subito.

 

gatta6E con questo abbiamo concluso la sfida al mercato della settimana scorsa, insieme alla pasta con la spigata di puglia e le noci…. ora torno sulla scala: piove. Non voglio bagnarmi i polpastrelli.

Un commento alla news “Gnocchi di zucca ai carciofi

  • 1 dicembre 2008 at 18:21
    Permalink

    Buona, ma 4 ore di preparazione scoraggerebbe chiunque, come me, viene da un retroterra di 4 salti in padella!!
    Suggerisco una sezione di ricette “pronti in 5 minuti…e senza senza!”

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *